Blog

Bonus bebè 2018: un aiuto economico per neo genitori

Finalmente è arrivata la conferma dell’approvazione del bonus bebè 2018, detto anche assegno di natalità, istituito dall’articolo 1, commi 125-129, legge 23 dicembre 2014, n. 190 e adottate le disposizioni attuative con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 27 febbraio 2015.

Negli ultimi anni le statistiche hanno sottolineato un evidente calo di nascite dovuto a diversi fattori, tra cui l’elevata disoccupazione. Lo Stato quindi, attraverso il bonus bebè, supporta le famiglie che hanno deciso di avere un bebè, di adottarne uno o di prenderlo in affido. Ma come funziona il bonus bebè 2018 e a chi spetta?

Bonus bebè 2018: cos’è?

Il bonus bebè 2018 è un aiuto economico a favore dei neo genitori che si trovano in difficoltà economiche o con reddito basso. Il bonus ha una durata di tre anni a partire dal 1° gennaio 2018 e non è riservato solo alle mamme naturali ma è destinato anche ai genitori che decidono di adottare un minore o di prenderlo in affido.

Requisiti bonus bebè 2018

Per ogni bambino nato, adottato o preso in affido dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 la madre ha diritto all’assegno di natalità 2018 ma solo se il reddito rientra nei limiti imposti dalla legge.

Quindi se l’Isee non supera 7.000 € di reddito spetterà un bonus di 160 € al mese per ogni figlio nato, adottato o preso in affido, se invece l’Isee supera 7.000 € ma rientra nei limiti di 25.000 € di reddito spetterà un bonus pari a 80 € al mese. Le neo mamme hanno diritto al bonus per tre anni dal momento della nascita o dell’adozione del bambino, ma dal 2019 l’importo mensile viene dimezzato.

Per i bambini nati, adottati o affidati dal 1° gennaio 2018 in poi i neo genitori hanno anche diritto al bonus bebè 2018 con gli stessi limiti reddituali ma sempre con importo dimezzato. Quindi 80 € al mese se l’Isee non supera i 7.000 € di reddito e 40 € al mese se rientra nei limiti di 25.000 € di reddito.

Ma attenzione: l’assegno di natalità 2018 può essere richiesto solo dalle mamme cittadine italiane, di uno Stato dell’Unione Europea ed extracomunitarie ma solo se in possesso di permesso di soggiorno o carta di soggiorno.

Come richiedere il bonus bebè 2018

Per ottenere il bonus bebè 2018 bisogna fare richiesta entro 90 giorni dalla nascita, dall’adozione o dall’affidamento del bambino. Basta presentare la domanda all’Inps allegando l’Isee, la Dichiarazione Sostitutiva Unica e un documento di riconoscimento. È possibile fare richiesta anche online dal sito dell’Inps (solo se in possesso del Pin), tramite Caf, Patronati o inviando una email tramite posta elettronica certificata.

Condividi questo articolo:

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *