Blog

Bonus contributi 2024 a chi spetta, importi e novità

Bonus contributi 2024: a chi spetta, importi e novità

Il governo ha confermato anche per il 2024 una delle misure ritenute più importanti per i lavoratori: il bonus contributi, cioè lo sgravio sulla quota di contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti.

Grazie a questa agevolazione coloro che percepiscono uno stipendio annuo inferiore a una certa soglia hanno diritto a una riduzione della percentuale di contributi dovuta dal proprio stipendio, con conseguente aumento dell’importo netto in busta paga.

Il bonus contributi, una misura per sostenere il potere d’acquisto

L’introduzione del bonus contributi è avvenuta nel 2022, in piena pandemia e nel contesto di un’inflazione in graduale crescita. L’obiettivo del governo era quello di mettere in campo strumenti concreti per aumentare stipendi e pensioni, in modo da controbilanciare almeno in parte la perdita di potere d’acquisto derivante dall’aumento dei prezzi.

Tra le misure introdotte, spiccava appunto lo sgravio sulla quota di contributi previdenziali, con l’intento di decurtare quella parte di stipendio che solitamente viene assorbita dai versamenti INPS. In questo modo, nonostante l’assenza di un vero e proprio aumento dello stipendio lordo, i lavoratori si sarebbero trovati con degli importi netti più alti in busta paga.

Fin dall’inizio del 2022, il bonus contributi è stato applicato come uno sconto dello 0,8% da gennaio a giugno e del 2% da luglio a dicembre. I requisiti per beneficiarne prevedevano di non superare i 35.000 euro di reddito complessivo annuo, corrispondenti a 2.692 euro circa di stipendio lordo mensile.

Questa misura introdotta in via sperimentale, è stata poi prorogata per tutto il 2023, portando lo sconto al 3% per chi guadagnava meno di 25.000 euro annui e al 6% per le buste paga tra 25.000 e 35.000 euro. Un beneficio importante che ha dato ossigeno a milioni di lavoratori.

Cessione del quinto dello stipendio per dipendenti pubblici

Il bonus contributi nel 2024

Con la Legge di Bilancio 2024, il governo ha quindi deciso di confermare il bonus contributi, seppur con alcune modifiche alle percentuali di sgravio.

Nel dettaglio, il bonus contributi nel 2024 è così applicato:

  • Sgravio del 7% per chi ha uno stipendio lordo fino a 1.923 euro mensili (23.076 euro annui). Corrisponde a una riduzione della quota contributiva a carico del lavoratore all’1,8% nel settore pubblico e al 2,19% nel privato.
  • Sgravio del 6% per chi ha uno stipendio compreso tra 1.923 e 2.692 euro lordi mensili (fino a 35.000 euro circa annui). In questo caso la quota contributiva scende al 2,8% per i dipendenti pubblici e al 3,19% per quelli privati.

Oltre i 2.692 euro lordi al mese, invece, non si ha diritto allo sgravio contributivo.

Cessione del quinto dello stipendio per dipendenti privati

Cosa cambia in busta paga con il nuovo bonus contributi

Questo sgravio non comporta un aumento dello stipendio lordo, ma influisce direttamente sul netto. Ciò significa che in busta paga l’importo lordo rimane invariato, ma cambia la quota di contributi trattenuta. Grazie alla riduzione delle aliquote contributive, la busta paga conterrà un importo netto mensile più alto rispetto a quanto percepito nel 2023.

La novità del 2024 è l’inclusione del bonus anche per coloro che percepiscono uno stipendio fino a 1.923 euro, che potranno accedere ad uno sgravio del 7% anziché del 6%.

Condividi questo articolo:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

Autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *