fbpx
Blog
Carta revolving o prestito? Ecco tutte le differenze

Carta revolving o prestito? Ecco tutte le differenze

La carta revolving e il prestito hanno due punti in comune: la concessione di credito e il rimborso mensile rateizzato. Sebbene abbiano questi due punti in comune, il resto si differenzia, soprattutto in termini di costi e di importi richiedibili. Vediamo insieme cosa sono la carta revolving e il prestito e qual è il più conveniente.

Cos’è la carta revolving

La carta revolving è una particolare carta di credito che permette di avere a disposizione una determinata somma di denaro, concordata con l’istituto di credito, per effettuare acquisti e pagamenti. Questo importo non viene addebitato in un’unica soluzione come la carta di credito ma viene rateizzato mensilmente e addizionato di interessi. Ogni mese, dopo aver rimborsato la rata, il credito disponibile si ripristina e può essere nuovamente utilizzato.

La carta revolving, proprio come un finanziamento, permette quindi il rimborso mensile ma presenta alcuni svantaggi. Infatti i costi sono superiori rispetto a quelli da sostenere per un prestito. I tassi di interesse e le spese sono più alte, superano anche il 20% rispetto a quelle da sostenere per un finanziamento. Inoltre, se si ritarda il pagamento della rata, si rischia di la segnalazione presso i sistemi di informazioni creditizie come Crif e la Centrale Rischi di Banca d’Italia. Di conseguenza, si avranno difficoltà nell’ottenere prestiti o altre soluzioni finanziarie.

Quali sono i migliori finanziamenti per protestati e cattivi pagatori?

Cos’è un prestito

Il prestito è la cessione di una somma di denaro, da parte di un istituto di credito, rimborsata attraverso rate mensili e con tasso di interesse solitamente fisso. Fanno parte di questa tipologia di finanziamento, chiamato credito al consumo:

Il finanziamento, a differenza della carta revolving, permette di ottenere importi molto più alti, tassi di interesse e costi inferiori e costanti. Inoltre, la cessione del quinto può essere richiesta anche da protestati e cattivi pagatori.

Come capire quali sono i prestiti più convenienti? Con i nostri consigli!

Attraverso un prestito è quindi possibile affrontare piccole e grandi spese semplicemente richiedendo l’importo di cui si ha bisogno.

È più conveniente il prestito o la carta revolving?

Anche se prestito e carta revolving hanno dei punti in comune, tra i due c’è una sostanziale differenza in termini di costi. La carta revolving infatti presenta tassi di interessi e costi di istruttoria, incasso rata, commissioni e assicurazione più alti rispetto a quelle da sostenere per un finanziamento. Inoltre gli importi ottenibili sono limitati e, se la carta revolving supera i sei mesi, i costi aumentano ulteriormente. Un ultimo aspetto da non sottovalutare è il rischio di smarrimento, furto o clonazione della carta.

Come difendersi dalle frodi creditizie?

Quindi tra le due soluzioni è preferibile scegliere sempre un finanziamento.

Hai bisogno di un prestito? Richiedi subito un preventivo online e scopri i nostri tassi agevolati! Il servizio è gratuito e non vincolante.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!