Blog

Quali sono tutti i costi di un finanziamento?

Prima di avviare un prestito bisogna sempre richiedere un preventivo per poter valutare Tan e Taeg per capire se il finanziamento e i tassi sono convenienti, alti oppure usura. Tan e Taeg sono degli importantissimi indicatori che servono a calcolare le spese contenute prestito ma non sono gli unici costi di un finanziamento. Vediamo insieme quali sono tutti i costi di un finanziamento per evitare di incorrere in truffe o spese eccessivamente alte.

Tan

Tan è l’acronimo di Tasso Annuo Nominale. Indica gli interessi da pagare ogni anno ed è l’importo che spetta all’istituto di credito. Varia in base all’importo del finanziamento stesso.

Taeg

Taeg è l’acronimo di Tasso Annuo Effettivo Globale. Nel Taeg sono inclusi tutti i costi e le spese annue da sostenere dopo aver ricevuto il prestito. Comprende le spese di apertura conto, il pagamento delle polizze, delle imposte di bollo, delle comunicazioni e le spese di gestione.

Spese di istruttoria

Le spese di istruttoria sono le spese sostenute dalla banca per erogare il prestito e comprendono i costi accessori. Le spese di istruttoria non sono fisse ma vengono calcolate in base all’importo del finanziamento richiesto.

Se si richiede un mutuo, nelle spese di istruttoria sono incluse anche le spese notarili, le spese per la valutazione dell’immobile e le coperture incendio e scoppio.

Il rimborso di queste spese può avvenire o con la prima rata o dilazionato sulle rate mensili del prestito, ciò dipende dall’istituto di credito o dalla banca con cui si stipula il finanziamento.

Imposta di bollo

Sui prestiti della durata di 18 mesi è previsto il pagamento di un’imposta di bollo statale pari a 14,62 euro. Questa imposta non rientra tra le spese incluse nel Taeg.

Spese di estratto conto e di incasso rata

Per legge, chi stipula un prestito deve ricevere annualmente l’estratto conto bancario, a carico dell’intestatario del prestito. Anche le commissioni per l’addebito mensile delle rate sono a carico del richiedente, come l’addebito automatico delle rate o le spese del bollettino postale. Queste spese non rientrano nel Taeg.

Spese assicurative

Alcune tipologie di prestito, come la cessione del quinto, richiedono la polizza assicurativa obbligatoria. In altre tipologie di finanziamento invece la polizza assicurativa è facoltativa. Bisogna valutare anche questo costo perché se l’assicurazione non è obbligatoria non rientra nel Taeg. Le spese assicurative sono invece incluse nel Taeg della cessione del quinto dello stipendio e nella cessione del quinto della pensione.

Spese di estinzione anticipata

Nel caso in cui si volesse estinguere in anticipo il prestito, i costi sono a carico dell’intestatario del finanziamento. Tra i costi necessari per l’estinzione anticipata rientrano l’importo residuo da saldare, gli interessi e gli oneri maturati e una penale non superiore all’1% dell’importo del finanziamento. Prima di estinguere anticipatamente il prestito bisogna valutare con attenzione perché solitamente gli interessi maggiori si saldano nelle rate iniziali, interessi inferiori in quelle finali e quindi spesso non è conveniente in termini di costi estinguerlo in anticipo. Anche le spese di estinzione anticipata non sono incluse nel Taeg.

Condividi questo articolo:

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *