fbpx
Blog
finanziamento

Prestito personale: ecco tutto quello che devi sapere

Hai bisogno di un finanziamento personale ma hai qualche dubbio o non sai bene come funziona? Non preoccuparti! Ti spieghiamo punto per punto come funziona e tutto ciò che devi sapere prima di richiederlo.

Cos’è il prestito personale

Il prestito personale rientra nella categoria del credito al consumo e, nello specifico, è un finanziamento non finalizzato. Ciò significa che non è necessario specificare la destinazione del credito richiesto e quindi vincolare l’importo ad un uso specifico.

Il prestito personale viene erogato da banche e istituti di credito a cittadini privati.

A chi è rivolto

Per richiedere un finanziamento è necessario avere dei requisiti specifici, tra cui aver compiuto almeno 18 anni di età e avere un reddito dimostrabile da lavoro o da pensione. Può essere richiesto anche da stranieri regolarmente residenti in Italia e dai disoccupati purché abbiano delle garanzie.

Documentazione necessaria

Per poter richiedere un prestito personale bisogna presentare determinati documenti. La documentazione necessaria non è uguale per tutti ma varia a seconda della situazione del richiedente.

Cosa valutano gli istituti di credito prima di concedere un prestito?

Le eventuali garanzie

Se l’istituto di credito non reputa sufficiente il reddito del richiedente è probabile che richieda ulteriori garanzie come un garante, un’ipoteca o un cointestatario.

Quando viene rifiutata la richiesta di finanziamento

Può anche capitare che l’istituto di credito non accetta la richiesta di finanziamento perché i requisiti del richiedente non sono soddisfacenti o risulta segnalato nei sistemi di informazioni creditizie come il Crif.

Prestito rifiutato: quali sono le cause e cosa fare

Il ritardo dei pagamenti

Se in precedenza sono state pagate in ritardo una o più rate di un finanziamento o addirittura si è protestati, diventa davvero difficile poter ottenere un nuovo prestito.

Perché è meglio non ritardare il pagamento delle rate di un finanziamento?

In questo caso è però possibile richiedere la cessione del quinto dello stipendio o la cessione del quinto della pensione perché sono dedicate anche a cattivi pagatori e protestati.

Ecco i migliori prestiti per protestati e cattivi pagatori

La polizza assicurativa

La polizza assicurativa non è obbligatoria per il prestito personale ma lo è per la cessione del quinto. È comunque utile perché in caso di perdita del lavoro, gravi difficoltà economiche, decesso dell’intestatario, invalidità totale o inabilità temporanea provvede al rimborso del finanziamento e quindi non si rischiano segnalazioni alle banche dati o protesti.

Il piano di ammortamento del finanziamento

Il piano di ammortamento è un documento contenente tutte le informazioni riguardanti le modalità di rimborso del finanziamento: il capitale, le rate, il numero di rate, le modalità di rimborso, spese, oneri e Tan e Taeg.

I tassi Tan e Taeg del finanziamento

I tassi Tan e Taeg sono degli importanti indicatori riguardanti i costi del finanziamento richiesto, le spese da sostenere e gli interessi spettanti all’istituto di credito.

La rinegoziazione e l’estinzione anticipata

È possibile rinegoziare un finanziamento in corso. Per far ciò bisogna fare nuovamente richiesta e ripresentare tutta la documentazione necessaria. Bisognerà poi decidere se estinguere il prestito in corso e stipularne uno nuovo, rimodularlo o richiedere un consolidamento debiti.

Hai bisogno di un finanziamento? Richiedi subito un preventivo gratuito online!

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!