Blog
vietati maxi conguagli

Niente più paura dei maxi conguagli: adesso sono vietati!

Paura delle bollette con maxi conguagli a sorpresa? A partire dal 2018 potrai stare più tranquillo perché finalmente è stata approvata la legge contro i maxi conguagli delle utenze di luce, acqua e gas. La normativa prevede il passaggio della prescrizione da cinque a due anni e se le bollette sono eccessive i pagamenti verranno sospesi.

Cosa prevede la legge contro i maxi conguagli?

La legge contro i maxi conguagli prevede l’abolizione dei conguagli superiori ai due anni. Ciò significa che se ricevi una bolletta con un conguaglio relativo ad oltre i due anni non devi pagarla. Infatti la legge stessa definisce i maxi conguagli una pratica commerciale contraria ai principi di buona fede, correttezza e lealtà.

Inoltre, se hai presentato ricorso, il pagamento delle bollette viene sospeso per verificare che il fornitore effettivamente abbia operato in modo legittimo. Se viene accertato che la condotta non è stata legittima hai diritto al rimborso entro tre mesi. Ovviamente la sospensione non è valida se la responsabilità dipende da una tua inesattezza, come l’omessa o inesatta rilevazione dei dati.

Quando entrerà in vigore?

Il divieto di effettuare maxi conguagli oltre gli ultimi due anni entrerà in vigore a partire dal primo marzo 2018 per le bollette della luce, dal primo gennaio 2019 per quelle del gas e a partire dal primo gennaio 2020 per le bollette dell’acqua.

A chi è rivolta?

La legge è rivolta a tutti gli utenti domestici, agli studi professionali e alle microimprese.

Autolettura

L’Ageegsi, autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, entro tre mesi dall’entrata in vigore della legge dovrà adottare delle misure atte ad incentivare l’autolettura, senza costi aggiuntivi. Dovrà anche stabilire delle regole per tutelare gli utenti e determinare come i fornitori accerteranno e garantiranno l’acquisizione dei consumi reali.

L’Ageegsi, entro gennaio 2020, dovrà anche dare possibilità agli utenti di poter accedere, in modo del tutto gratuito, ai propri dati e consumi di luce, gas e acqua attraverso un sistema informatico.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *