fbpx
Blog

polizza assicurativa nella cessione del quinto

Cosa copre la polizza assicurativa nella cessione del quinto?

La cessione del quinto è un finanziamento accessibile ai lavoratori dipendenti e ai pensionati, anche se protestati e cattivi pagatori. Ciò perché anche in situazioni particolari la polizza assicurativa obbligatoria che viene stipulata con essa è una garanzia per le banche, assicurandone il rimborso. Oltre a garantire l’accesso, copre da diversi rischi e tutela gli eredi in caso di eventi inattesi.

Vediamo insieme cos’è la polizza cessione del quinto, cosa copre e come si calcola.

Cos’è la polizza assicurativa cessione del quinto

La polizza assicurativa sulla cessione del quinto dello stipendio, sulla cessione del quinto della pensione e sul prestito con delega è un’assicurazione che tutela l’istituto di credito in caso di insolvenza del finanziamento al sopraggiungimento di gravi eventi. Ecco perché la cessione è considerata dalle banche un prestito sicuro e quindi erogabile anche a protestati e cattivi pagatori.

L‘assicurazione cessione del quinto è obbligatoria ed è regolamentata dall’art. 54 del D.P.R. n. 180/1950. L’articolo infatti stabilisce che le cessioni devono essere garantite da un’assicurazione sulla vita e contro il rischio perdita impiego.

Cosa copre la polizza assicurativa cessione del quinto

La polizza assicurativa cessione del quinto dello stipendio copre il rischio premorienza e perdita impiego, tutelando il lavoratore in caso di perdita di lavoro. L’assicurazione però non copre la cessione in caso di licenziamento per giusta causa o dimissioni volontarie.

La polizza assicurativa cessione del quinto della pensione invece copre il rischio morte. L’assicurazione quindi tutela anche gli eredi in quanto, in caso di decesso, è l’assicurazione stessa a coprire la quota mancante, sollevando gli eredi da ogni responsabilità.

Come si calcola

L’importo e il calcolo dell’assicurazione per la cessione del quinto della pensione e dello stipendio sono differenti. Nel primo caso viene calcolato il rischio morte. Nel secondo caso il rischio perdita impiego viene calcolato in base alla possibilità di fallimento aziendale. Le aziende pubbliche e statali hanno un rischio quasi nullo, mentre quelle private hanno un rischio più alto.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto è protetto da copyright.