Blog
Prescrizione contributi INPDAP dipendenti pubblici: verifica e richiesta variazione

Prescrizione contributi INPDAP dipendenti pubblici: verifica e variazione

Da quando l’INPDAP è stata soppressa nel 2012, i contributi dei dipendenti pubblici sono stati trasferiti all’INPS, Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, l’ente previdenziale del sistema pensionistico italiano. Durante il passaggio però alcuni contributi non sono stati trasferiti e quindi non risultano nell’estratto contributivo. Ma niente paura.

Fino al 31 dicembre 2018 è possibile richiedere il trasferimento dei contributi maturati ma che non risultano presenti nell’estratto contributivo. Superata questa data i contributi INPDAP verranno irrimediabilmente persi e non sarà possibile recuperarli.

Vediamo insieme come fare per verificarne la presenza o meno e come richiederne il trasferimento per evitare di perderli.

Come verificare la situazione contributiva

I dipendenti pubblici, entro il 31 dicembre 2018, anche se è meglio verificare in largo anticipo, devono verificare l’estratto conto assicurativo.

Per farlo è possibile:

  • recarsi presso Caf e patronati;
  • rivolgersi a entri intermediari,
  • dal sito INPS o dal contact center al numero gratuito da rete fissa 803164 o al numero 06 164 164 da rete mobile.

Come verificare la situazione contributiva online dal portale INPS

Per verificare la situazione contributiva online è necessario collegarsi ai servizi INPS dal sito web, andare in la mia pensione e accedere utilizzando il codice fiscale e il Pin INPS. Effettuato l’accesso, bisogna cliccare su fascicolo previdenziale del cittadino e, successivamente, posizione assicurativa. Effettuati questi passaggi, comparirà la schermata con l’estratto contributivo, in cui saranno presenti tutti i contributi regolarmente accreditati.

Se nell’estratto contributivo non sono presenti contributi INPDPAP, per recuperarli, è necessario richiedere la variazione della posizione assicurativa.

Come richiedere il passaggio dei contributi INPDAP

Per recuperare i contributi INPDAP è necessario fare la richiesta di variazione della posizione assicurativa dal sito internet INPS. Dal portale è possibile richiedere la modifica, l’inserimento e la cancellazione dei periodi di:

  • stati di servizio;
  • retribuzioni utili a fini pensionistici;
  • periodi riconosciuti con contribuzione figurativa;
  • servizi riconosciuti con provvedimenti di riscatto, ricongiunzioni o computo.

Dopo aver inviato la richiesta di variazione della posizione assicurativa, l’INPS la valuterà e, se sono presenti tutti i presupposti, l’approverà. Per conoscere lo stato della richiesta è sufficiente collegarsi al portale e selezionare richieste di variazione già presentate.

Non dimenticare di effettuare la verifica e la richiesta di variazione per evitare la prescrizione dei contributi INPDAP entro il 31 dicembre 2018.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *