Blog

Prestito con delega dipendenti pubblici

Prestito con delega dipendenti pubblici

Sei un dipendente del settore pubblico e hai bisogno di un finanziamento ma hai già in corso la cessione del quinto dello stipendio? Il prestito con delega dipendenti pubblici, detto anche doppio del quinto, è il finanziamento su misura pensato per i lavoratori del settore che hanno già una trattenuta in busta paga.

È la soluzione perfetta in quanto ha numerosi vantaggi e agevolazioni rispetto al prestito personale. Vediamo insieme cos’è, chi può richiederlo, quali sono gli importi ottenibili e i vantaggi.

Cos’è il prestito con delega dipendenti pubblici

Il prestito con delega dipendenti pubblici, detto anche delega di pagamento, è un finanziamento agevolato rivolto a coloro che hanno già un una cessione del quinto dello stipendio in corso. Presenta numerosi vantaggi, tra cui il tasso fisso agevolato. È un finanziamento non finalizzato, cioè non è vincolato all’acquisto di un bene o un servizio specifico.

L’importo mensile non può superare un quinto dello stipendio netto. La rata non va versata mensilmente ma viene trattenuta direttamente dalla busta paga del lavoratore e versata dal datore di lavoro all’istituto di credito con cui si è stipulato il contratto di finanziamento. La trattenuta in busta paga presenta il vantaggio di evitare di dimenticare di effettuare il pagamento o ritardarlo, rischiando segnalazioni presso i sistemi di informazioni creditizie come cattivi pagatori.

Quali sono le differenze tra delega di pagamento e cessione del quinto?

Il prestito con delega dipendenti pubblici ha un vantaggio non indifferente: non necessita di garanzie come, ad esempio, un coobbligato, un garante o un’ipoteca. L’unica garanzia è la polizza assicurativa inclusa nel contratto di prestito con delega. Garantisce infatti il rimborso anche in caso di perdita del lavoro o al sopraggiungimento di eventi inattesi.

Chi può richiedere la delega di pagamento dipendenti pubblici

Possono richiedere la delega di pagamento dipendenti pubblici coloro che lavorano per:

Importi richiedibili prestito con delega dipendenti pubblici

Per stabilire l’importo massimo richiedibile con il prestito con delega dipendenti pubblici bisogna considerare l’importo mensile dello stipendio netto, l’età del richiedente e la durata del finanziamento, che va da un minimo di due anni ad un massimo di dieci.

È comunque possibile rinnovare il prestito con delega per dipendenti pubblici purché il piano di ammortamento si concluda entro la data di pensionamento.

Prestito con delega: la soluzione perfetta per chi ha finanziamenti in corso

Vantaggi prestito con delega dipendenti pubblici

I vantaggi del prestito con delega dipendenti pubblici sono praticamente uguali a quelli della cessione del quinto dipendenti pubblici, cioè:

  • Il tasso di interesse è sempre fisso e agevolato;
  • La polizza assicurativa garantisce il rimborso del prestito anche in caso di perdita del lavoro o al sopraggiungere di eventi inattesi;
  • Si può richiedere anche se è già presente una trattenuta da cessione del quinto dello stipendio in busta paga o se sono presenti altri finanziamenti in corso;
  • Non sono necessarie garanzie;
  • La rata mensile non può superare un quinto dello stipendio ed è trattenuta direttamente in busta paga;
  • Può essere richiesto anche da protestati e cattivi pagatori.

Ecco tutti i vantaggi del prestito con delega

In caso di segnalazioni presso i Sic come Crif, Centrale Rischi di Banca d’Italia, Experian e Consorzio Tutela del Credito la delega di pagamento dipendenti pubblici può essere richiesta, ecco perché è il finanziamento perfetto per protestati e cattivi pagatori.

Hai bisogno di un finanziamento? Contattaci al numero verde 800642356 oppure compila direttamente il modulo online per ricevere un preventivo gratuito e scoprire i nostri tassi agevolati in convenzione! Riceverai una risposta entro 24 ore lavorative!

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *