Blog

Sicurezza sul lavoro e obblighi del datore di lavoro e dei dipendenti

La sicurezza sul lavoro è una tematica di fondamentale in ambito lavorativo, ma spesso viene sottovalutata o ignorata. Ed è proprio per questo che gli incidenti sul luogo di lavoro sono in aumento tra i giovani.

La sicurezza sul lavoro è regolamentata dal Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoroDecreto Legislativo n. 81 del 09/04/2008 ed è definita la condizione di far svolgere a tutti coloro che lavorano, la propria attività lavorativa in sicurezza, senza esporli a rischio di incidenti o malattie professionali.

Il datore di lavoro e tutti i dipendenti quindi devono adottare tutte le misure necessarie per garantire la tutela della salute e la sicurezza sul lavoro proprio per prevenire, ridurre al minimo ed evitare rischi riguardanti la salute, come infortuni, malattie professionali o incidenti.

Responsabilità del datore di lavoro in ambito di sicurezza sul lavoro

Il datore di lavoro ha la responsabilità e l’obbligo di gestire e far rispettare ai lavoratori le norme sulla sicurezza sul lavoro. Il Testo Unico della sicurezza sul lavoro prevede:

  • l’informazione e la formazione di lavoratori e dirigenti;
  • la partecipazione e la consultazione dei lavoratori e dei dirigenti;
  • la presenza di rappresentanti dei lavoratori per l sicurezza;
  • la programmazione delle misure atte a migliorare la sicurezza.

Sicurezza sul lavoro per i lavoratori

I lavoratori sono i principali soggetti tutelati dalla normativa, ma sono anche obbligati a rispettare le norme previste dalla sicurezza sul lavoro.

Devono essere tutelati e rispettare le regole sulla sicurezza tutti coloro che prestano attività lavorativa, a prescindere dal tipo di contratto, inclusi coloro con contratto di tirocinio.

Obblighi del datore di lavoro

Il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro prevede la presenza e la formazione di determinate figure atte a garantire la sicurezza. Sono obbligate tutte le aziende, dalle microimprese alle grandi fabbriche. Vediamo quali sono gli obblighi del datore di lavoro.

Documento di valutazione rischi

Per prima cosa il datore di lavoro è tenuto a compilare il documento di valutazione dei rischi. La normativa prevede la presenza dei seguenti punti all’interno del documento:

  • valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza durante lo svolgimento dell’attività lavorativa;
  • misure di prevenzione e protezione messe in pratica per minimizzare i rischi;
  • programma da attuare per migliorare la sicurezza sul lavoro;
  • individuazione di soggetti in possesso di competenze in ambito di sicurezza sul lavoro, come addetti al primo soccorso, addetti antincendio, rappresentante dei lavoratori per la sicurezza;
  • individuare le mansioni con maggiori rischi per i lavoratori e che quindi necessitano di competenze specifiche;
  • valutazione dei rischi specifici, come biologici, agenti fisici, chimici.

Il documento di valutazione rischi è responsabilità del datore di lavoro, ma ciò non significa che deve essere redatto da lui personalmente, anche perché è probabile che non abbia le competenze. Per la stesura può affidarsi o collaborare con un responsabile del servizio di prevenzione e protezione e a un medico competente.

Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

La normativa prevede la presenza di un rappresentante dei lavoratori per la sicurezza sul luogo di lavoro. Il rappresentante ha diverse mansioni, tra cui la consultazione per la valutazione dei rischi e il dovere di segnalare le inadempienze del datore di lavoro, in modo da assicurare la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Il rappresentante dei lavoratori è obbligato a seguire un corso di formazione di 32 ore.

Medico competente

Se i lavoratori svolgono attività rischiose, deve essere presente un medico competente per la sorveglianza sanitaria e per gli accertamenti periodici sulla salute dei lavoratori.

Formazione obbligatoria per la sicurezza dei lavoratori

I lavoratori, al momento dell’assunzione, devono seguire una formazione di sei ore in materia di sicurezza sul lavoro specifica per il loro settore di competenza.

Addetti primo soccorso

Il datore di lavoro è obbligato ad avere sul luogo di lavoro degli addetti al primo soccorso. Gli addetti possono anche essere i dipendenti stessi.

Per diventare addetti al primo soccorso, i dipendenti devono seguire un corso di formazione di primo soccorso, in modo da essere preparati alla gestione di eventuali emergenze.

Addetti antincendio

Il datore di lavoro è tenuto anche ad avere sul luogo di lavoro degli addetti antincendio. Anche in questo caso possono essere i dipendenti e, per diventare tali, devono seguire un corso di formazione antincendio. Gli addetti antincendio devono essere in grado di gestire le emergenze come incendi ed evacuazioni.

Rischi per il datore di lavoro inadempiente

Il datore di lavoro che non mette in pratica tutte le misure necessarie per la sicurezza sul lavoro rischia sanzioni amministrative o, nei casi più gravi, di essere condannato penalmente per reati come lesioni personali e omicidio colposo.

Rischi per i lavoratori inadempienti

Anche i lavoratori vanno incontro a dei rischi se sono in adempienti sulla sicurezza sul lavoro. I lavoratori rischiano delle sanzioni se:

  • non rispettano gli obblighi;
  • non rispettano le norme;
  • non utilizzano i dispositivi di sicurezza;
  • non partecipano ai corsi di formazione;
  • prendono autonomamente iniziative rischiose.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *