Blog
Tan e Taeg? Niente più paura!

Tan e Taeg? Niente più paura!

Spesso, quando hai bisogno di un prestito e cominci a dare un’occhiata sulle varie proposte, ti ritrovi a leggere acronimi “strani” come Taeg e Tan. Ti sei sempre chiesto cosa sono, vero? È arrivato il momento di fare chiarezza, così scoprirai non solo cosa sono ma capirai anche il ruolo fondamentale che svolgono sulla scelta di un prestito piuttosto che un altro.

Innanzitutto il Tan e il Taeg sono degli indicatori importanti che servono a calcolare il costo del prestito, cioè quanto effettivamente pagherai in termini di spese il finanziamento richiesto.

Cos’è il Tan?

Il Tan, Tasso Annuo Nominale, corrisponde agli interessi da pagare ogni anno per il prestito richiesto. Nello specifico, è l’importo che spetta all’istituto di credito. Varia in base all’importo del finanziamento stesso e, solitamente, non viene saldato in un’unica soluzione ma viene dilazionato in piccole quote mensili all’interno delle rate del prestito.

Solitamente, per il Tan viene applicato il piano di ammortamento alla francese. Ciò significa che inizialmente il rimborso del Tan avviene in quote maggiori per poi diminuire avvicinandosi alla fine del rimborso del finanziamento.

Cos’è il Taeg?

Il Taeg, Tasso Annuo Effettivo Globale, rappresenta invece tutti i costi e le spese annue da sostenere dopo aver ricevuto il prestito. Il Taeg quindi comprende le spese di apertura del conto, il pagamento delle polizze, delle imposte di bollo, delle comunicazioni e le spese di gestione.

Non sono inclusi nel Taeg i costi accessori facoltativi, cioè gli interessi di mora, i bolli statali, assicurazioni non obbligatorie ed eventuali spese notarili.

Il Taeg non viene utilizzato per il calcolo delle rate ma serve a noi per capire quanto un prestito possa essere più conveniente rispetto ad un altro.

Tan e Taeg: qual è più conveniente?

Devi fare sempre attenzione: il Tan non potrà mai essere superiore al Taeg e il Taeg stesso potrà essere sempre uguale o superiore al Tan. Al massimo, il Tan potrà essere pari a zero se il prestito è a tasso zero. Anche se può sembrarti conveniente devi stare assolutamente attento al valore del Taeg perché i costi e le spese del prestito potrebbero essere decisamente alti e, di conseguenza, sconveniente.

Quindi l’unico valore da tenere in considerazione per capire realmente quando un prestito è conveniente rispetto ad un altro è proprio il Taeg.

Hai qualche domanda? Scrivici un commento e saremo felici di risponderti!

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *